Contattaci

Siamo qui per aiutarti

Quali sono i benefici dell’integrazione tra OT e IT?

 

Le tecnologie Internet of Things (IoT) e della trasformazione digitale hanno portato le aziende in diversi settori – dall’industriale, ai trasporti, all’energia, al medicale, alle telecomounicazioni – a raccogliere dati dai loro asset, processi e prodotti e trasformarli in decisioni di business. Questo richiede l’integrazione fra l’OT (Operational Technology), che comprende i processi produttivi e di automazione, la gestione della supply chain e il monitoraggio degli asset – dove i dati vengono generati – e l’IT (Information Technology), che include i processi di business, gli applicativi gestionali aziendali e le applicazioni mobile – che tipicamente consumano i dati.

L’integrazione OT e IT diventa un requisito fondamentale per l’impresa digitalizzata. Tale connessione può essere realizzata utilizzando un IoT Edge Framework (che funga da middleware per connettere i dispositivi sul campo al Cloud) e una piattaforma di integrazione IoT da utilizzare on premise o su cloud pubblico o privato. La combinazione di questi due elementi porta a separare la produzione di dati dal loro consumo.

 

Come integrare OT e IT

 

I dispositivi OT comunicano con uno o più IoT gateway, utilizzando protocolli di comunicazione specifici e utilizzandoli per trasmettere i dati verso una piattaforma di integrazione con il cloud, dove i dati si trasformano in informazioni utili per il business. Queste informazioni sono trasmesse a tutti gli applicativi che gravitano intorno all’infrastruttura IT aziendale, e possono essere integrate con analitiche o con i datri raccolti in precedenza per fare confronti e ulteriori elaborazioni.

 

Questo permette di abilitare applicazioni end to end – dall’edge al cloud – che possono essere implementate anche in ambienti virtualizzati: allo stesso modo, le fonti di dati e gli applicativi che li utilizzano sono connessi attraverso collegamenti virtuali che astraggono la complessità delle interfacce fisiche di comunicazione, come possono essere i protocolli di campo.

 

I veri benefici dell’integrazione OT-IT

Il dominio OT può beneficiare di questa integrazione, che abilita un’infrastruttura più efficiente, scalabile e sicura  per supportare diversi strati di software applicativo: questi includono applicazioni per la manutenzione predittiva, o il monitoraggio remoto di asset industriali. Lato IT, i benefici includono una comunicazione sicura e in tempo reale con gli asset e i dispositivi sul campo, mantenendo al tempo stesso gli standard di efficienza e sicurezza dell’intera infrastruttura.

Il risultato è un’aumento dell’efficienza operativa, la salvaguardia dei margini di profitto (minori costi per manutenzione dei dispositivi) e la creazione di nuovi modelli di business basati su servizi. Infrastrutture IoT basate su standard e software open source sono la chiave per accedere a questi nuovi modelli di business: sfruttano il potenziale delle tecnologie IoT (e di intelligenza artificiale) e permettono la trasformazione digitale delle imprese.

L’infrastruttura IT di un’azienda manifatturiera è strutturata grossomodo come nell’immagine sotto: una serie di applicazioni che gravitano intorno a una rete di comunicazione e protocolli. Una piattaforma IoT – come Everyware Cloud – permette l’integrazione tra i due “mondi” dell’OT e dell’IT e permette una comunicazione sicura tra gli asset sul campo e le applicazioni nel data center o sul cloud.

 

IT infrastructure

Come si vede dall’immagine, Everyware Cloud funge da piattaforma di integrazione, formando un ponte di comunicazione tra i dispositivi OT (sensori, macchinari, ecc.) e le analitiche e tutti gli applicativi IT. Inoltre, l’integrazione rispetta tutti gli standard, i protocolli e le necessità propri dei due domini OT e IT, permettendo una gestione remota e sicura di dispositivi e applicazioni.

La trasformazione digitale è dunque facilitata dalla connessione tra i dati generati dai dispositivi e l’integrazione degli stessi con le applicazion, le analitiche, e la Business Intelligence (BI). Questi datri si trasformano in informazioni su cui basare i processi decisionali.

 

Integrare OT e IT con una piattaforma IoT edge

 

L’immagine sotto rappresenta come la piattaforma IoT edge modulare di Eurotech permette la connessione fra dispositivi OT ed edge gateways, e tra edge gateway e applicativi IT su cloud tramite Everyware Cloud.

IoT edge platform

Permettere un flusso di informazioni tra i domini dell’Operational Technology e dell’Information Technology rappresenta una sfida molto complessa. Everyware Cloud permette di semplificare notevolmente questo processo, per permettere di replicarlo in diverse applicazioni che possono comunicare tra loro e interfacciarsi per scambiarsi i dati. Ciò abilità funzionalità proprie della digital economy, basata sui dati, e permette di ridurre il time to market delle applicazioni IoT.

Integrare ambienti OT e IT significa rendere i processi più efficienti in modo agile e scalabile. Per esempio, edge gateway intelligenti possono analizzare i dati in locale, per ridurre la latenza e garantire risposte in tempo reale. Applicata ai processi in ambito manifatturiero, questa integrazione di informazioni permette di abilitare applicazioni di manutenzione predittiva, per ridurre i costi di gestione, e inviare alert in caso di situazioni anomale, grazie a un costante monitoraggio dei dispositivi.

La capacità di prendere decisioni in tempo reale è fondamentale per il successo dei modelli di business basati sui dati e sulle tecnologie IoT.