Parvus ottiene la certificazione di qualità AS9100 per il settore aerospaziale

Il severo standard qualitativo del settore aerospaziale estende la tradizionale garanzia di qualità offerta da Parvus per la progettazione e la produzione di dispositivi elettronici

Amaro (UD), 21 Dicembre 2010 – Parvus Corporation annuncia di avere ottenuto la certificazione AS9100, un sistema di gestione della qualità standardizzato per il settore aerospaziale. La certificazione AS9100 include tutti i requisiti della certificazione ISO 9001, integrandoli con standard aggiuntivi di qualità e sicurezza. Eagle Registrations Inc., ente certificatore ISO accreditato, ha valutato Parvus trovando l’azienda conforme sotto tutti gli aspetti con questo standard qualitativo riconosciuto a livello globale. Infatti, il punteggio assegnato a Parvus dall’audit è stato pari al 100%, un evento assai raro.

Lo standard AS9100 è stato definito dall’International Aerospace Quality Group (IAQG) al fine di migliorare significativamente i livelli qualitativi e di sicurezza del settore, riducendo contemporaneamente i costi per l’intera catena del valore. Questo standard ha inoltre determinato una riduzione dei costi nell’intera supply chain del settore aerospaziale. Attualmente, molte società di rilievo del settore aerospaziale, tra cui Boeing, richiedono ai propri fornitori la conformità con lo standard AS9100.

“L’ AS9100 sta diffondendosi sempre più rapidamente come requisito commerciale nel settore aerospaziale, poiché assicura una maggior quantità di controlli e garanzie”, ha dichiarato Bryce McMillan, responsabile qualità di Parvus. “Soddisfacendo i severi requisiti previsti da questo standard internazionale per i sistemi di qualità, Parvus dimostra il proprio impegno a fornire sottosistemi embedded rugged di elaborazione e comunicazione del più alto livello qualitativo. I nostri clienti del settore aerospaziale e gli appaltatori che lavorano per il governo o per imprese private beneficeranno di una superiore qualità dei prodotti e e delle riduzioni di costo ad essa correlate”.

La cultura Parvus per una garanzia costante della qualità risale al 1993, quando divenne la prima azienda dello Utah a soddisfare i severi requisiti per la certificazione della gestione della qualità stabiliti dall’International Organization for Standardization (ISO). Parvus ha soddisfatto in un primo momento lo standard ISO 9001:1987, quindi l’ISO 9001:1994 e poi l’ISO 9001:2000. Agli inizi di quest’anno, Parvus ha soddisfatto lo standard ISO 9001:2008, il più recente quadro di riferimento e standard internazionale per la gestione della qualità, focalizzato sull’aumento della soddisfazione del cliente e sul costante miglioramento delle prestazioni aziendali.

Queste certificazioni sottolineano la qualità dei prodotti, la soddisfazione dei clienti e il miglioramento costante. Un ente di certificazione indipendente conduce audit regolari per assicurare che i prodotti Parvus siano progettati e fabbricati attraverso processi integri e ripetibili e che la soddisfazione del cliente rimanga l’obiettivo primario.

EUROTECH
Eurotech (ETH.MI) è uno dei leader globali nella progettazione e realizzazione di computer e sistemi embedded. Eurotech crea piattaforme che impiegano le più recenti tecnologie in termini di bassi consumi, connettività e funzionalità disponibili, in modo che le aziende che le adottano possano introdurre più rapidamente sul mercato i loro prodotti. Eurotech è specializzata nell’aiutare i propri Clienti a dotare le loro applicazioni delle più moderne tecnologie wireless, mobili e pervasive.

PARVUS
Parvus è tra i primari fornitori di sistemi COTS e di sistemi di rete rugged per applicazioni in campo militare, aerospaziale e della sicurezza, caratterizzate da vincoli d’impiego su dimensioni, peso e consumo di potenza (Size, Weight, and Power – SWaP). I computer tattici da missione, i router e gli switch Ethernet di Parvus, una volta installati in aerei, veicoli terrestri e navi, forniscono capacità di comando, controllo, calcolo e comunicazione (C4) altamente affidabili, in grado di abilitare la cosiddetta “Situational Awareness” (SA) e il mobile data processing.