Successo dei computer Parvus a bordo dell’aereo senza pilota Excalibur

Amaro (UD), 11 agosto 2009 – Eurotech comunica che la sua controllata Americana Parvus ha annunciato il successo del primo volo del computer da missione ACMC (Aurora Common Mission ComputerCMC), unità di controllo che equipaggia l’Exalibur, un nuovo aereo da combattimento tattico senza pilota (UCAV) creato per combinare l’alta velocità e il volo verticale utilizzando un’esclusiva propulsione a turbina ibrida elettrica.
L’ACMC fa parte dei componenti avionici di Aurora Flight Sciences e il velivolo Exalibur ne ha utilizzate in volo due unità. Jean-Marie Bourven, Product Manager di Aurora Flight Sciences per il progetto ACMC, ha dichiarato che il fattore chiave relativo all’ACMC è stato l’impiego di standard di settore per supportare l’affidabilità del sistema e la sua evoluzione nel lungo periodo.
L’ACMC è un piccolo computer rugged basato sul sottosistema DuraCOR 820 realizzato da Parvus, concepito per sopportare le condizioni ambientali e i requisiti operativi espressi dai velivoli che impiegano le avioniche Aurora. L’architettura di questi sottosistemi è basata su schede Pentium a basso consumo, memoria allo stato solido, sistema operativo Linux, alimentazione di grado militare e varie periferiche e ingressi di rete.
“Parvus ha una lunga storia di successi nelle forniture a contractor militari che, come Aurora, utilizzano soluzioni COTS (Commercial-Off-The-Shelf) certificate molto avanzate, concepite per l’impiego in piattaforme UAV” – ha dichiarato Les Goodman, presidente di Parvus Corporation. “L’Excalibur darà prova di essere un prezioso aeromobile all’interno dell’arsenale militare degli UAV e Parvus è onorata di far parte di questo importante programma”.
La configurazione unica nel suo genere dell’Exalibur gli consente di ottenere contemporaneamente un decollo e atterraggio verticali e una velocità fino a 400 nodi; in tal modo può provvedere alla sopravvivenza di un caccia grazie all’immediata risposta nella consegna delle armi o al rifornimento logistico da remoto, grazie ad avanzate basi operative aeree o a navi sulla costa.
Excalibur è il terzo programma di Aurora che utilizza le unità ACMC di Parvus. Tra gli altri sistemi operativi tattici di Aurora che adottano queste unità specifiche sono inclusi i sistemi GoldenEye 80.