Eurotech: presentato oggi a trento Janus la nuova generazione dei supercalcolatori prodotta da Eurotech

Amaro (UD),27 Febbraio 2008.

E’ stato presentato oggi nella prestigiosa sede dell’European Centre for Theoretical Studies in Nuclear Physics and Related Areas (ECT) di Trento JANUS, il supercalcolatore nato dal progetto di collaborazione italo-spagnola, che ha visto coinvolti, a partire dalla seconda metà del 2005, prestigiosi Centri di Ricerca quali: i Dipartimenti di Fisica delle Università di Ferrara e di Roma “La Sapienza”, l’ Istituto de Biocomputation y Fisica de Sistemas Complejos (BIFI) di Saragozza, l' Universita' di Saragozza e l' Istituto de Investigacion en Ingenieria de Argon oltre all’ Universidad Complutense de Madrid e all’Universidad de Extremadura, Badajoz.

Cordinatore della Conferenza è stato Enrico Bellone, direttore del periodico Le Scienze che ha presentato al numeroso pubblico presente in sala i relatori: Il Presidente della Provincia Autonoma di Trento, Lorenzo Dellai, l’Assessore alla Ricerca e all’Innovazione Gianluca Salvatori, Il direttore del BIFI, Jose-Felix Saenz Lorenzo, come rappresentante del Governo spagnolo, il Rettore dell’Università di Ferrara, Patrizio Bianchi,Guido Martinelli - Presidente dell'Ateneo Federato della Scienza e Tecnologia dell’Università La Sapienza di Roma e Roberto Siagri, Presidente di Eurotech Group.

Per l’illustrazione del progetto scientifico è intervenuto Giorgio Parisi, una delle più importanti figure nel panorama scientifico internazionale come testimoniato anche dal recente “Premio Microsoft per la Scienza in Europa 2007” conferitogli dalla Royal Society inglese e dall’Accademia delle scienze di Parigi per i suoi contributi alla diffusione a allo sviluppo della scienza computazionale in Europa

Nell’elaborazione dei calcoli specifici per cui è stato ideato, JANUS risulta essere ad oggi il Supercomputer più piccolo, più veloce e a minor consumo.
Ogni sistema, composto da 16 schede che lavorano contemporaneamente ma in maniera indipendente, è infatti in grado di fornire una potenza di 8 POps, ovvero 8.000.000 di Miliardi di operazioni al secondo consumando solamente 10 Kw. Un sistema equivalente, formato da 2000 processori CELL ( quelli usati nella Playstation3 di Sony), ne consuma 300.

Per svolgere le operazioni che JANUS elabora in un solo secondo, tre miliardi di persone, ovvero quasi l’intero pianeta, impiegherebbero 60 giorni.

JANUS è il primo calcolatore al mondo a racchiudere tanti elementi in un ingombro così ridotto. Il sistema completo infatti prevede il proprio alloggiamento in un armadio di 1mt di larghezza x 1 mt di profondità x 2 mt di altezza e perciò compatibile con qualsiasi ufficio.

Grande soddisfazione è stata espressa dai relatori nel corso della conferenza stampa durante la quale hanno illustrato le nuove prospettive e gli scenari che da oggi in poi si aprono al mondo della ricerca.

JANUS è il nuovo “microscopio virtuale” della scienza. Progettato da un pool di ricercatori italo-spagnoli è stato costruito da Eurotech nei laboratori del suo centro di ricerca Ethlab di Trento sfruttando la propria pluriennale esperienza nella progettazione e fabbricazione di supercomputer specifici per il calcolo scientifico.
Capace di studiare oggetti sempre più piccoli, vede e riesce a simulare strutture che altrimenti la Scienza moderna non potrebbe nemmeno guardare. L’introduzione e l’utilizzo di questo innovativo Supercomputer dovrebbe accelerare gli studi nel campo della ricerca e della simulazione di applicazioni scientifiche nel campo delle Nanotecnologie e delle Life Sciences. Il primo sistema completo troverà alloggio presso il Dipartimento del BIFI in Spagna nelle applicazioni sulle simulazioni delle proprietà fondamentali della materia.